Core Changes Team

Perché un team?

Perché ci riconosciamo nei valori fondanti di un team: fiducia reciproca, condivisione degli obiettivi, visione comune, valorizzazione e integrazione delle competenze diverse, ma complementari di ciascuna di noi.

Chi siamo?

Cristina Costa e Deborah Leanza (rigorosamente in ordine alfabetico!), unite dalla pratica del Coaching e del Counseling in Analisi Transazionale.

Compito del Counselor è quello di facilitare un percorso di autoconsapevolezza in chi attraversa un momento di difficoltà e incertezza, affinché trovi dentro di sé tutte le risorse necessarie (che già possiede, ma di cui al momento non è consapevole) per aiutarsi. Si occupa quindi del ben-essere della persona, uno stare bene che, per essere veramente tale, deve coinvolgere e comprendere in sé tutti gli aspetti dell’individuo, emotivi, fisici e relazionali.

A chi ci rivolgiamo?

I nostri rispettivi percorsi professionali, pur nelle loro diversità, ci hanno portato a focalizzare la nostra attenzione sul mondo aziendale: conciliare vita personale e vita lavorativa è un’esigenza di primaria importanza sia per il dipendente che per l’azienda.

Situazioni impegnative, tensione per soddisfare le richieste, desiderio di fare presto e bene, relazioni con i colleghi non sempre serene possono apparire più difficili da superare quando si sommano a momenti di difficoltà esistenziale o personale. Ecco quindi l’importanza di fornire alla persona uno spazio dedicato in cui esplorare e risolvere le proprie aree disfunzionali.

Star bene con se stessi, riconoscere i propri punti di forza, accettare le proprie aree di miglioramento porta a una maggiore motivazione professionale e a ritrovare quel “piacere di lavorare”, che spesso la routine tende a sopire.

La nostra proposta

La metodologia

La metodologia si basa sull’Analisi Transazionale di Eric Berne, fondata sulla centralità della persona. Questa teoria è stata utilizzata, sia nell’ambito psicologico, che nel campo della formazione e dello sviluppo del potenziale umano

  • Analisi: analisi della persona e quindi personalità, stile, piano di vita, motivazioni, copione. Transazionale: aspetti relazionali, le transazioni, i rapporti con gli altri.
  • Il primo assunto dell’Analisi Transazionale è: “Ogni persona è OK”. Ciò vuol dire autostima e accettazione delle differenze interpersonali
  • Il secondo assunto è: “Ognuno decide il proprio destino e le decisioni possono essere cambiate”.

Come funziona

  • L’azienda definisce un plafond di colloqui individuali di Counseling a disposizione dei propri dipendenti, in cui poter affrontare tematiche inerenti la vita lavorativa o personale.
  • Il Counselor provvede a monitorare l’utilizzo del plafond condividendo periodicamente un reporting.
  • È consigliabile prevedere un minimo di 4 colloqui con un massimo di 10.
  • I colloqui si possono svolgere in modalità videochiamata (es. Skype, Zoom), oppure in presenza
  • Il Counselor è tenuto al segreto professionale: la restituzione all’Azienda è effettuata in via generale, per problematiche lavorative eventualmente emerse, per poter fornire alle risorse umane un’analisi di bisogni di clima su cui riflettere e per sviluppare anche eventuali azioni di formazione, e mai con riferimenti che rendano in qualche modo riconoscibile il partecipante.